Regeneration focus

Fattori di rischio e sopravvivenza implantare

21 Febbraio 2013


La riabilitazione supportata da impianti della mascella posteriore atrofica spesso richiede un intervento chirurgico di rialzo del seno mascellare per aumentare il volume osseo. Dopo il rialzo del seno, il tasso di sopravvivenza degli impianti risulta superiore al 90%, secondo i risultati riportati da alcune recenti review sistematiche.

In letteratura però non sono presenti lavori che abbiano determinato statisticamente l’effetto di alcuni fattori che possono influire sulla sopravvivenza implantare attraverso l’analisi dei dati sui pazienti. Lo scopo di questo studio di Testori e colleghi (2012) è stato di identificare i fattori di rischio che possono influenzare la sopravvivenza implantare dopo il rialzo del seno.

Materiali e metodi:
Questo studio retrospettivo multicentrico ha coinvolto:
– 3 centri
– 106 pazienti
– 144 interventi di rialzo del seno in totale
– 328 impianti posizionati
con un follow-up medio maggiore di 4 anni (48.4 mesi in media, fino a 72 mesi).

L’analisi ha considerato i seguenti parametri:
– età dei pazienti: 55 anni in media (da 28 a 77 anni)
– genere: 54% donne, 46% uomini
– stato di salute: 93.7% ASA1, 6.3% ASA2
– fumatori: 23.15%
– dimensione, forma e superficie dell’impianto
– altezza crestale residua: 3.9 mm in media (da 1 a 6 mm)
– timing implantare rispetto all’inserimento di innesto
– materiale di innesto (% dei casi): Geistlich Bio-Oss® 75.5%, osso autologo da solo 13.5%, osso autologo+Geistlich Bio-Oss® 7%
– insorgenza di complicanze chirurgiche

Risultati:
Tasso cumulativo di sopravvivenza degli impianti: 93% fino a 5 anni
Complicanze: 41 pazienti
Perforazione della membrana di Schneider: 40 seni (28%, ma non ha rappresentato un fattore di rischio per la sopravvivenza implantare)
Infezioni post-operatorie che hanno portato al fallimento dell’innesto: 6 pazienti
Perdita considerevole di sangue durante l’operazione: 2 pazienti
L’abitudine di fumare più di 15 sigarette/giorno e l’altezza residua della cresta inferiore a 4 mm erano associati a riduzione significativa della sopravvivenza implantare.

Conclusioni:
In base all’analisi dei precedenti fattori e ai risultati raccolti, l’abitudine del fumo e l’altezza della cresta residua devono essere valutati con attenzione prima di eseguire una procedura di rialzo del seno mascellare.

 

Testori T, Weinstein RL, Taschieri S, Del Fabbro M (2012) Risk factor analysis following maxillary sinus augmentation: a retrospective multicenter study. Int J Oral Maxillofac Implants. 27(5):1170-1176.

Commenti in Fattori di rischio e sopravvivenza implantare

Inserisci un commento