Regeneration focus

Gestione dei tessuti molli nella preservazione della cresta in zona estetica

5 Novembre 2015


La preservazione della cresta in zona estetica è ancora una procedura impegnativa. Lo scopo della Case Series di Stein& Hammächer (2015) era di introdurre una tecnica chirurgica di chiusura dell’alveolo post-estrattivo utilizzando un innesto di tessuto connettivo, dopo riempimento dell’alveolo con biomateriale eterologo.

La gengiva buccale e le papille interdentali sono state scollate e aumentate con l’innesto di tessuto molle secondo un approccio a tunnel. Questo metodo è stato applicato e analizzato in 16 siti di 13 pazienti che avevano bisogno dell’estrazione di almeno un dente della mascella anteriore. Gli alveoli sono stati riempiti con minerale osseo bovino collagenato, associato ad una membrana in collagene riassorbibile, posizionata nella parte interna dell’alveolo, nei casi di fenestrazione della parete ossea buccale.

Dopo 5 mesi, la riduzione media dello spessore orizzontale della cresta alveolare era 0.5 mm, la riduzione dell’altezza delle papille mesiale e distale era di 0.2 e 0.4mm, rispettivamente. Il margine buccogengivale della cresta alveolare ha mostrato un guadagno verticale di 0.5 mm.

La tecnica presentata sembra appropriata per la preservazione della cresta alveolare nelle aree esticamente importanti.

 

Stein JM & Hammächer C. (2015) Postextraction Socket Seal Surgery with an Epithelized Connective Tissue Graft Using a Subpapillar Tunneling Procedure. Int J Periodontics Restorative Dent. 35(6):877-884.

Commenti in Gestione dei tessuti molli nella preservazione della cresta in zona estetica

Inserisci un commento